Egea

scheda prodotto

PAOLO MANFREDI

ECCELLENZA NON BASTA (L')

L’ECONOMIA PAZIENTE CHE SERVE ALL’ITALIA

EGEA

Carta 18,00 (-5%) DISPONIBILITÀBassa

altri formati

Nel furioso mondo contemporaneo l’Italia pare un vaso di coccio. Il libro di Paolo Manfredi ci spiega perché non dobbiamo rassegnarci al declino ma costruire un’economia su misura del nostro territorio: circolare, umana, centrata sulle competenze e votata all’innovazione 

 

Intelligenza artificiale, grandi dimissioni, riscaldamento globale, crisi geopolitiche e turbolenze finanziarie: nel furioso mondo contemporaneo, l’Italia rischia di essere un vaso di coccio. O, se preferite, una barca troppo piccola e troppo vecchia, zavorrata da problemi mai risolti e da nuovi fardelli. Il richiamo alle eccellenze, che per lungo tempo ha coperto i problemi, non basta più: partecipano sempre meno delle sorti collettive del Paese e una comunità sempre più anziana e affaticata stenta a produrne di nuove. Cosa fare, quindi? Secondo Paolo Manfredi, oggi “L’eccellenza non basta”: quella che serve all’Italia è un’economia “paziente” in grado di riannodare il legame tra centro e province, tra innovazione globale e la tradizione culturale e manifatturiera che, pur tra mille fatiche, ancora permea il nostro territorio.. 

Nonostante i suoi innegabili punti di forza, infatti, oggi l’Italia appare come un Paese sempre più vecchio, con pochi ragazzi mal valorizzati da un’istruzione in affanno, sempre più dipendente dalla rendita di posizione di quello che si può ancora vendere. L’esatto contrario, insomma, del Paese che ha fatto fortuna e creato marchi di eccellenza, che si sono progressivamente scollati dal milieu territoriale, culturale e distrettuale che li aveva partoriti, magari rimanendo al loro interno ma guardando sempre più fuori che dentro.

Di fronte a uno scenario tanto complesso, l’autore individua due possibili scenari. Il Piano A è abbandonarsi all’inerzia lasciando che le eccellenze prosperino senza curarsi del resto (territori, persone, imprese) destinato a deperire.  

L’alternativa – ma anche la scommessa al centro del saggio – è lavorare al Piano B, costruendo e rafforzando un’economia paziente, circolare e basata su innovazione, competenze rinnovate, lavoro e biodiversità, che organizzi e dia forza a tutte quelle energie, oggi disperse e sprecate, di artigiani, imprenditori, sindaci, cooperatori, contadini, comunità, e semplici cittadini che tengono insieme – e in vita – il tessuto socioeconomico italiano, per disegnare un Paese più inclusivo, innovativo, proiettato al futuro.  

Collana: CULTURA e SOCIETA

Data Di Pubblicazione: 08-2023

Numero Pagine: 160

ISBN/EAN: 9788823839526

Formato: Carta

I commenti degli utenti

COMMENTI E RATING

 

autore