Egea

scheda prodotto

PAOLO COSTA

DILUVIO DIGITALE

STORIA E DESTINI DELLA LETTURA

EGEA

Carta 26,00 (-5%) DISPONIBILITÀAlta

altri formati

Cinquemila anni fa, con l’invenzione della scrittura, è cominciata una delle avventure più straordinarie dell’umanità. Da allora il nostro cervello si impegna in un’attività per la quale non è geneticamente programmato: leggere. Grazie alla capacità di decodificare un testo scritto, che acquisiamo attraverso l’educazione, accediamo a un sapere che altrimenti andrebbe perduto, un patrimonio consegnato e condiviso da una generazione all’altra. Leggere vuol dire conoscere, ricordare e comunicare. È ciò che dà forma al pensiero critico, è il nostro modo di intendere il mondo e di stare in esso, la nostra passione e la nostra estasi. Ma nel corso dei secoli l’esperienza della lettura ha assunto connotati di volta in volta diversi. Essa si è trasformata profondamente, insieme alle tecnologie utilizzate per conservare e trasmettere i testi scritti: dalla tavoletta di argilla al rotolo di papiro, dal codice manoscritto ai primi libri a stampa, fi no allo schermo del computer. Ecco dunque che la condizione contemporanea – la condizione digitale – ci richiama alla necessità di definire nuovamente la funzione della lettura. Sapendo che il suo destino è quello dell’umanità stessa.

Collana: CULTURA e SOCIETA

Data Di Pubblicazione: 08-2020

Numero Pagine: 232

ISBN/EAN: 9788823837928

Formato: Carta

I commenti degli utenti

COMMENTI E RATING

 

autore