Egea

Islamisti d'occidente


Un contributo essenziale per la comprensione dell’Islamismo in Occidente. I racconti in prima persona di coloro che hanno lasciato il movimento dovrebbero allarmare chiunque pensi che i Fratelli musulmani siano un gruppo moderato o un’organizzazione impegnata per il pluralismo democratico.
 

I Fratelli musulmani in Occidente rimangono un’entità misteriosa. In questo saggio, Lorenzo Vidino offre una visione dall’interno e senza precedenti di come operi uno dei gruppi islamisti più influenti al mondo: attraverso una serie di interviste inedite a ex membri e simpatizzanti di spicco provenienti dall’Europa, dal Regno Unito e dal Nord America, fa luce sulle motivazioni e i meccanismi con cui le persone decidono di aderire alla Fratellanza musulmana. Attingendo a questi sorprendenti racconti personali, l’autore intreccia le esperienze di individui che hanno partecipato e successivamente rinnegato il movimento. I loro punti di vista forniscono una mole di informazioni segrete sul funzionamento della Fratellanza e sulle reti che collegano la piccola ma fortemente organizzata costellazione di gruppi da essa influenzati.
Attraverso le storie di diversi ex membri, Vidino dipinge il ritratto di un movimento straordinariamente strutturato e coeso, e grazie all’accesso diretto a fonti inedite e a una raffinata capacità di comprensione delle attività e dei moventi del gruppo ci aiuta a cogliere le significative implicazioni politiche della presenza di nuclei di Fratelli musulmani in Occidente, e a far luce sui meccanismi di fondo che animano i gruppi estremisti. Il libro esamina le tattiche utilizzate dalla Fratellanza per reclutare e trattenere i propri membri, così come i modi e le ragioni per cui gli individui prendono la difficile decisione di uscirne: ciascun intervistato racconta questi tre passaggi (entrare nel gruppo, vivere al suo interno, abbandonarlo), in un percorso organico e coerente che sia gli esperti dell'Islam politico che il lettore possono seguire facilmente. Le analisi di Vidino forniscono un'analisi qualitativa e quindi non mirano a fornire dati statisticamente rilevanti: in ogni caso, le sue considerazioni suggeriscono che, anche se i processi di partenza sono estremamente diversi, i racconti contengono notevoli analogie tra di loro.
Ben concepito e molto originale nel suo approccio, il saggio fornisce un nuovo quadro analitico per pensare e concettualizzare le ragioni per cui le persone hanno scelto di lasciare i Fratelli musulmani. Una lettura assolutamente essenziale per chiunque voglia capire le complessità del più grande movimento islamista in Occidente, dove si sta dirigendo, e le grandi sfide che attendono le democrazie liberali occidentali.

 

A TU PER TU CON L'AUTORE


L'intervista di Tiziana Ferrario


Acquista il libro